///DECRETO RILANCIO 13/05/2020

DECRETO RILANCIO 13/05/2020

E’ stato approvato dal Consiglio dei Ministri, nella seduta n.45 del 13 maggio 2020,  il “Decreto Rilancio” contenente le misure e le novità per lavoratori, famiglie e imprese, come sostegno al reddito a seguito della situazione emergenziale dovuta al Covid-19.

In questo decreto sono contenuti alcuni articoli di notevole importanza per quanto riguarda il mercato dei Registratori Telematici, di cui vi indichiamo quelli salienti, in attesa che lo stesso decreto sia pubblicato in Gazzetta Ufficiale, presumibilmente nella giornata di Lunedì 18 Maggio 2020.

  • Rinvio della Lotteria degli scontrini : La partenza della lotteria degli scontrini, prevista al 1 Luglio 2020, è prorogata al 1° gennaio 2021
  • Proroga della Moratoria delle sanzioni: la scadenza del 30 giugno 2020, per gli esercenti che ancora non hanno acquistato un Registratore telematico,  è prorogata al 1 Gennaio 2021. Rimane l’obbligo per l’esercente che non è in possesso di un Registratore Telematico di trasmette comunque telematicamente i corrispettivi, entro la fine del mese successivo all’Agenzia delle Entrate, tramite le “procedure web” predisposte da Agosto 2019.
  • Dichiarazione IVA Precompilata: La dichiarazione IVA precompilata (come prevista dall’articolo 16 del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124) viene posticipata in via sperimentale a partire dal 1° gennaio 2021 per le operazioni eseguite e certificate tramite “fatturazione elettronica” e “corrispettivi elettronici”, dai  soggetti passivi dell’IVA residenti e stabiliti in Italia. Questo articolo spiana la strada al rinvio dell’entrata in vigore del “Nuovo tracciato corrispettivi XML 7”, previsto dalle “Specifiche tecniche RT V9” a partire dal 1 Luglio 2020, anche se sarà necessario un Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate per la modifica formale delle Specifiche tecniche in essere.

Altri punti di nostro interesse riguardano:

  • Trasmissione al Sistema Tessera Sanitaria: la scadenza del 1 Luglio 2020, per la quale Farmacie e in generale tutti i  soggetti che dovevano inviare i dati dei corrispettivi esclusivamente al Sistema di Tessera Sanitaria tramite uno specifico tracciato XML del Registratore Telematico, è prorogata al 1 Gennaio 2021.
  • Clausola di salvaguardia IVA: viene abrogata la clausola di salvaguardia IVA. Quindi le aliquote IVA del 10% e del 22%  non saranno soggette al rischio di aumento nel 2021, come è avvenuto negli ultimi anni. Questa abrogazione mette al momento un stop definitivo anche all’eventuale passaggio ad un iva con punti decimali, come era previsto dalle clausole, con la conseguente necessità di dover riprogrammare tutti i registratori telematici installati.

In merito alla proroga al 1° di Gennaio 2020 della “Moratoria delle sanzioni”  vorremmo rimarcare che, per quanto la stessa sia stata concessa su pressione delle associazioni di categoria dei commercianti per recuperare i mesi di attività persi con il lockdown, questo non deve farci perdere di vista l’obbiettivo di ripartire al più presto per garantire l’adeguamento di tutto il parco telematico e a tal proposito ci teniamo a porre l’attenzione su due importanti punti:

  • per beneficiare della “non applicazione delle sanzioni” l’esercente deve comunque provvedere a “memorizzare” i dati mediante emissione di scontrino fiscale ovvero di ricevuta fiscale e deve trasmetterli telematicamente entro la fine del mese successivo all’Agenzia delle Entrate  tramite le procedure web.  Questa procedura ha un costo amministrativo non indifferente e stimabile, a seconda dei casi, in circa 50-70 € al mese.
  • Il credito di imposta per l’acquisto di un Registratore Telematico è finanziato solo per il biennio 2019-2020, quindi, per esempio, se un attività commerciale stagionale ne volesse rimandare l’acquisto nel 2021, non potrà più goderne. Anche questo è un significativo svantaggio economico per il commerciante.
2020-05-17T10:37:36+02:00 17 - 5 - 2020|Categories: N E W S|